17 Novembre 2020

Lombardi, Daniele

Daniele Lombardi (Firenze, 12 agosto 1946 – Firenze, 11 marzo 2018) è stato un pianista, compositore e artista visivo italiano. Si forma a Firenze dove diventa esponente del filone artistico che comprende Silvano Bussotti, Giuseppe Chiari, Giancarlo Cardini, Piero Grossi, Sergio Maltagliati e strettamente legato ai membri del gruppo Fluxus. La sua produzione è caratterizzata da un’idea multimediale dell’arte, che riflette le sue esperienze di pianista, compositore e artista visivo. Si concentra sullo studio dell’interazione tra suono, gesto e visione, e dell’evoluzione del linguaggio musicale del Novecento. Si occupa di editoria musicale, dirigendo riviste e pubblicando saggi. Esperto anche nella grafia musicale contemporanea e prassi esecutiva, Lombardi ha nel suo repertorio molta musica scritta negli ultimi decenni e molte composizioni sono a lui dedicate. Dal 1969 ha prodotto disegni, dipinti, opere grafiche digitali ed audiovisive che sono il frutto della conversione in immagini di un pensiero musicale. Ha diretto per alcuni anni a Roma il festival Nuova Musica Italiana e Nuova Musica Internazionale; ha fondato con Pietro Acquafredda, allora direttore di Piano Time, ha diretto con Bruno Nicolai la rivista di musica contemporanea 1985 La Musica e si è occupato anche delle linee di programmazione artistica della casa editrice musicale Edipan. Nel 1998 è stato il primo artista invitato dallo SMAC (Sistema Metropolitano per l’Arte Contemporanea) a documentare per la Regione Toscana con esposizioni e concerti il suo lavoro multimediale, a Prato (Museo Pecci), Pistoia (Palazzo Fabroni) e Firenze (esecuzione delle Due Sinfonie per 21 pianoforti nel Cortile degli Uffizi). Ha inciso numerosi CD (Col Legno, Arte Nova, NEOS Music, LTM, Edipan, MusicaImmagine, Nuova Era, Cramps Records, Materiali Sonori) ed ha insegnato pianoforte al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano.

Collaborazione di Daniele Lombardi con Rosanna Chiessi/Pari&Dispari

Daniele Lombardi, esponente del Fluxus italiano, era strettamente legato a Rosanna e agli altri artisti del movimento che in quegli anni lavoravano sia a livello internazionale che in Italia. Partecipa il 19/20 marzo del 1977 al primo grande evento d’arte contemporanea realizzato da Pari&Dispari a Cavriago, festival “TENDENZE D’ARTE INTERNAZIONALE – PERFORMANCE, CONCERTI FLUXUS, ESPOSIZIONI ” a cui ne seguirono tanti altri.

>>guarda il pdf<<              >>guarda il video  <<  

Nella casa di Rosanna Chiessi in via Tornara a Cavriago i fienili, le stalle si riempirono di opere di artisti con cui aveva lavorato, tra cui Hermann Nitsch, Giuseppe Desiato, Charlotte Moorman, Urs Luthi, Mainolfi, Dieter Roth, Nam June Paik, Denis Santachiara, Corrado Costa e molti altri. Insieme a tanti cittadini e persone di Cavriago, incuriositi dalle performance e dall’arte contemporanea, Rosanna organizza performance in casa della gente, nei garage, in piazza, sul campanile della chiesa, nelle stalle. Ebbe luogo anche il primo concerto Fluxus dal vivo in teatro, diretto dagli artisti Fluxus quali Geoff Hendricks, Takako Saito e Joe Jones. La performance musicale di Daniele Lombardi si svolge sotto il portico dalla casa di via Tornara.

Nel 1978 esce l’edizione Pari&Dispari di Daniele Lombardi ALBUMBLÄTTER per pianoforte, cm 29 x 14,5 x 1,5, cartelline contenenti 19 fogli mobili, di cui 13 per pianoforte, tiratura 400. Dedicato a Stèphane Mallarmè.

Dall’inizio degli anni ’90 Rosanna Chiessi inizia la collaborazione con gli eredi di Curzio Malaparte per l’organizzazione di eventi culturali con artisti contemporanei nella famosa casa di Capri, costruita dallo scrittore sullo stretto promontorio di Capo Massullo. Nell’arco degli anni ’90 decine di artisti (Margaret RaspèJakob De ChiricoBen Patterson, Allan Kaprow, Daniele Lombardi, Giuseppe Desiato, Tufano; Mimmo Rotella, Georg Jappe, Geoff HendricksHermann NitschLuciano D’Alessandro e tanti altri)  soggiornano e creano opere ispirandosi quasi sempre a casa Malaparte e allo straordinario paesaggio circostante. Nel 1993 Daniele Lombardi realizza l’opera Sinfonia verticale, composta da due tele,  esposta successivamente nel novembre del 1993  a Torino al Lingotto in una mostra dedicata alle opere prodotte a casa Malaparte.

Daniele Lombardi, Sinfonia Verticale, agosto 1993, Casa Malaparte, Capri

 

 

Eventi
Pubblicazioni