5 agosto 2019

Agnese Toniutti, esecuzione “Small pieces of a Fluxus REALITY (2018) e A really lovely piece made for & by Agnese” di Philip Corner

Agnese Toniutti ha eseguito al pianoforte  al Satierose Festival, Teatro Miela, a Trieste, il giorno 11 Maggio 2019, due pezzi di Philip CornerSmall pieces of a Fluxus REALITY (2018) e A really lovely piece made for & by Agnese (2019, prima esecuzione).

<<VEDI IL VIDEO DELLA PERFORMANCE>>

“Il Festival Satierose 2019, organizzato dal Teatro Miela Bonawentura di Trieste, ha ospitato l’esposizione Satieflux, a cura di Cristina Burelli e Sara Codutti e il concerto Fluxus in Flux della pianista Agnese Toniutti
Satieflux è un viaggio fra partiture grafiche, edizioni d’artista, manifesti, libretti di sala, fotografie ed immagini che restituisce la ricerca di musicisti, compositori, performers ed artisti visivi in relazione all’ombra lunga di Erik Satie in una proposta che omaggia l’atteggiamento fluxus e che ispira, per altro, il concerto di apertura del Festival:  Fluxus in Flux della pianista Agnese Toniutti.”

Programma dell’evento: ore 19.30 inaugurazione di Satieflux, a cura di Cristina Burelli – Libreria Martincigh, Udine e Sara Codutti; ore 21 concerto Fluxus in flux con musiche di Philip Corner, Dick Higgins, Mieko Shiomi, Erik Satie e Philip Glass e testi di Dick Higgins e Mieko Shiomi.

Philip Corner, 1989, performance Battutosso, Cavriago, Pari&Dispari

Il programma ha proposto l’esecuzione in prima assoluta di “A really lovely piece made for & by Agnese” di P. Corner, pezzo dedicato alla pianista dal compositore statunitense.

Programma:
Philip Corner – Small pieces of a Fluxus REALITY (2018)
Philip Corner – A really lovely piece made for & by Agnese (2019) – prima assoluta
Erik Satie – Gnossiennes n. 1, 2, 3 (1890)
Dick Higgins – L’orecchio di Emmett Williams (1977)
Erik Satie – Gnossiennes n. 4, 5, 6 (1891)
Philip Glass – Metamorphosis n.1 (1984)
Mieko Shiomi – Fractal Freak n.1 – CAsCAde (1997)

Una straordinaria interpretazione dello spartito grafico di Dick Higgins “L’orecchio di Emmett Williams” (1977) ha ispirato il programma di Agnese Toniutti che comprende flash audio dal saggio di Higgins “Boredom and Danger”, estratti dell’intervista al MOMa di Mieko Shiomi alternati a pezzi pianistici di artisti Fluxus come Higgins, Corner, Shiomi e di musicisti come Glass e Satie.

La ricerca di Agnese Toniutti è profondamente votata all’indagine della multimedialità propria del Ventesimo secolo. Pianista di formazione classica discute una tesi su Giacinto Scelsi a cui dedica una ricerca che la porterà ad interpretare l’opera del compositore in prestigiosi contesti internazionali in Europa e negli Stati Uniti. Di recente ha presentato in prima assoluta (2018) lo spartito grafico del compositore ed artista Fluxus Dick Higgins “Emmet Williams’s ear/ L’orecchio di Dick Higgins(spartito musicale con interventi grafici manuali, tiratura 170 esemplari. Edizione Pari&Dispari/Rosanna Chiessi, cm 34 x 27, 1977, stampa su carta).

Dallo spartito è stato realizzato il video  Emmett William’s ear. Graphic score by Dick Higgins, libera interpretazione musicale tratta dall’edizione originale Pari&Dispari del 1977 e prima esecuzione al pianoforte di Agnese Toniutti realizzata all’Art Park, collezione di Egidio Marzona a Verzegnis (Udine), giugno 2018 in collaborazione con la libreria Martincigh. Il video è stato presentato alla fiera internazionale d’arte a Torino ARTISSIMA il 2 novembre 2018, Book Corner, come omaggio a Rosanna Chiessi.

Dick Higgins, 1980, Cavriago, Pari&Dispari

Notizie