11 maggio 2019

Costantino Ciervo

Costantino Ciervo (Napoli, 1961) è un artista italiano che vive e lavora in Germania a Berlino. Costantino Ciervo è cresciuto a Napoli e dal 1980 al 1982 ha studiato Economia Politica all’Università di Economia e Commercio di Napoli. Dopo la laurea inizia a lavorare come artista freelance. Nel 1983 insegna serigrafia e fotomeccanica nel centro di detenzione minorile sull’isola di Nisida, nel Golfo di Napoli. Nel 1984 si trasferisce a Berlino e nel 1988 inizia a studiare filosofia e scienze dell’arte nell’Università Tecnica di Berlino. Nel 1993 partecipa alla Biennale di Venezia dove attira l’attenzione critica su come l’avanzata della digitalizzazione globale influisca su tutti gli aspetti della vita. Costantino Ciervo è membro del Verein Deutscher Künstlerbund . Ha partecipato ad oltre 60 esposizioni e numerose sue opere sono in collezioni pubbliche e private e pubblicate in cataloghi e testi critici.

<<BIOGRAFIA COMPLETA COSTANTINO CIERVO PDF>>.

Nelle sue ultime installazioni video Costantino Ciervo si occupa dell’essere umano nella società di oggi, degli attuali sistemi economici e dei rapidi sviluppi regionali e globali e delle possibili strategie di liberazione. Si occupa di temi attuali come gli sconvolgimenti nel campo della scienza, della ricerca tecnologica e genetica, dell’informatica e delle tecnologie della comunicazione, dell’etica e della complessità. Nel 2016 il suo progetto artistico partecipativo a lungo termine “SendProtest!” è iniziato con un’app mobile e un archivio internet. Alcune delle sue installazioni e video sculture e l’archivio “SendProtest” possono essere visti permanentemente nel Museo Fluxus Plus a Potsdam.
Dal 12 aprile al 6 giugno 2019 a Berlino nella galleria O&O DEPOT si può visitare la mostra COSTANTINO CIERVO Here and Now. www.ortner-ortner.com.

La collaborazione di Rosanna Chiessi con Costantino Ciervo risale ai primi anni ’90, quando  Pari&Dispari continua la ricerca artistica con nuovi artisti che gravitano su Berlino, Ampelio Zappalorto, Chema Alvargonzalez,  Ottomar Kiefer, Goi e lo stesso Costantino e frequenta i loro studi. Nel  1994 si ritrovano a Capri dove Rosanna Chiessi, dall’inizio degli anni ’90,  collabora con gli eredi di Curzio Malaparte, per l’organizzazione di eventi culturali con artisti contemporanei. Nell’arco degli anni ’90 decine di artisti soggiornano e creano opere ispirandosi quasi sempre a casa Malaparte e allo straordinario paesaggio circostante.

Ottomar Kiefer e Costantino Ciervo mentre progettano VENDESI (FOR SALE), marzo 1994, Capri. Il progetto è una provocazione: mettere in vendita un simbolo della bellezza, riflettendo sul significato di pubblico e privato.

 

Nel 1998 e 1999 Pari&Dispari partecipa ad fiera di Bologna insieme al gruppo di artisti “berlinesi”, tra cui Costantino Ciervo con opere di  paesaggi industriali con tecnica mista ed altri giovani italiani.

Nel 1999 Pari&Dispari partecipa alla fiera Artissima di Torino nel 1999 dove continua a promuove il gruppo di artisti che gravitano su Berlino.

 Artissima, 1999, Stand Pari&Dispari, Paesaggi industriali di Costantino Ciervo

Nel 2000 Rosanna Chiessi  apre la prima galleria italiana a Berlino, Pariedispari project, affiancata dagli amici artisti con cui lavora negli ultimi anni. Nel 2001 inaugura la seconda, Artinprogress, in collaborazione con Franco Marinotti.

Costantino Ciervo, Rosanna Chiessi, Chema Alvargonzalez ed amici, Berlino, 1998

Costantino Ciervo e Rosanna Chiessi nello studio dell’artista, Berlino, 1998

Inaugurazione della galleria Pariedispari project, Berlino, 2000

Rosanna Chiessi nel contempo opera anche nella sua città, Reggio Emilia, con una galleria in via S. Carlo, aperta come Pari&Dispari-Eventi Culturali. Dal 31 ottobre 1997 al 10 gennaio 2001 si susseguono 16 mostre, degli artisti che hanno collaborato fin dall’inizio dell’attività artistica con Rosanna, ma anche di giovani che gravitano su Berlino e che si stanno imponendo nel mercato europeo. Costantino Ciervo partecipa a una mostra collettiva nel 2000.

Nel 2003 Costantino Ciervo partecipa alla mostra itinerante Un cuscino per sognare, promossa da Pari&Dispari, nata dall’esigenza di comunicare i propri “sogni” attraverso le diverse espressioni dell’arte contemporanea.  La mostra ha un elevato carattere internazionale per la rosa di artisti presenti e per l’originalita’ delle opere realizzate appositamente da  centotrenta personaggi internazionali del mondo della cultura tra artisti, scrittori, poeti, musicisti, designer, intellettuali.