14 gennaio 2017

Bob Watts

Bob Watts (Bangor, USA, 1923-1988) è una figura centrale nel movimento Fluxus. Si laurea in Ingegneria meccanica all’Università di Louisville.

Dopo la seconda guerra mondiale si trasferisce a New York dove studia pittura e storia dell’ arte alla Columbia Universiy. Si inserisce tra le anime creative della Pop Art.

Agli inizi degli anni ’70 diventa artista di Leo Castelli e di Cordier Ekstrom, ma il suo carattere, sensibile alla filosofia zen, lo porta presto a staccarsi dall’aggressivo mondo del mercato dell’arte pop e ad avvicinarsi al gruppo Fluxus. Collabora con George Brecht, Alison Knowles, George Maciunas e con altri artisti del gruppo.

Bob Watts fu ospite di Rosanna Chiessi a Cavriago nel 1978 e nel 1980 e in quelle occasioni realizzò due edizioni “Omnia mea mecum porto” (1978) e Progetti nel 1980. Molto suggestiva fu la performance che svolse sul fiume Enza a Montecchi Emilia.